Diego o Del Piero? Voi da che parte state?

Alla fine è stato inevitabile, alla fine doveva per forza succedere, alla fine la madre di tutte le domande riguardanti la stagione bianconera ha partorito. La questione su come far convivere due giocatori quali Diego e Del Piero è ufficialmente venuta alla luce ed urge subito una risposta.
Il caso o se volete la sfortuna in principio ha dato una mano. Del Piero era convalescente per un infortunio e non ci fu bisogno di studiare alcuna alchimia tattica per far giocare insieme lo storico capitano ed il neo acquisto verdeoro.
Ora però, vuoi per il recupero dall'infortunio di Pinturicchio, vuoi per la crisi di gioco che attanaglia i bianconeri, vuoi per la voglia di giocarsi le prossime mani di questo campionato con più assi possibili nel mazzo, è arrivato il momento di fare una scelta, perchè quello che è certo è che i due insieme non potranno mai giocare.
Questione di modulo. Nel 4-2-3-1, a Del Piero resta indigesto fare l'esterno alto di sinistra mantenendo Diego nel suo ruolo naturale di trequartista dietro l'unica punta. Invertendo le posizioni non solo Diego perderebbe di efficacia rimanendo troppo relegato sulla corsia laterale, ma non acquisterebbe di spessore nemmeno il gioco di Del Piero che non ha mai nascosto la sua avversione tattica al ruolo di rifinitore. Nel 4-4-2 l'unico ruolo in campo che entrambi possono ricoprire è quello di seconda punta. Mai Del Piero giocherebbe a sinistra, ne tantomeno Diego da centrocampista puro. Invertire non sarebbe davvero possibile e due punte leggere, anche se tecnicamente fenomenali, sono un esperimento che a questo punto della stagione la Juventus non può permettersi, magari potrebbe capitare nel corso di una singola partita ma non è certo una soluzione attuabile nel lungo periodo anche perchè significherebbe bocciare sia Amauri che soprattutto Trezeguet.
Diego o Del Piero dunque? Personalmente opto per il brasiliano, magari da seconda punta. Del Piero potrà essere fondamentale entrando dalla panchina. Le sue giocate imprevedibili, l'esperienza ed i gol che ancora può fare, potrebbero dare una mano a raddrizzare incontri quasi compromessi, ma non è Del Piero il giocatore su cui dover puntare per un progetto futuro, nemmeno fosse solamente per quest'anno. Diego non è il giocatore fin qui visto, questo è sicuro. I tifosi di Udinese, Milan ed Inter se lo ricorderanno bene e ben ricorderanno le sue giocate ed i suoi gol grazie ai quali il Werder passeggiò allegramente sulle loro squadre del cuore tra Champions League e Coppa UEFA di un paio di stagioni fà. Piena fiducia dunque al brasiliano. Il capitano se tale è davvero e se vuole il bene della Juventus (e su questo non nutro assolutamente dubbi...), deve comprendere che a 34 anni deve cominciare a farsi da parte, accettando una figura più defilata ma non per questo meno importante all'interno dello spogliatoio e lasciando spazio e campo a chi, secondo me più di lui, una volta superate le difficoltà del momento saprà e potrà ricondurre la Juventus ai fasti del passato, alle vittorie ed ai trofei che gli competono per storia e tradizione.
Diego o Del Piero dunque? La madre di tutte le domande ha partorito il quesito, voi da che parte state?

3 commenti:

ju29ro ha detto...

E Diego trequartista, Del Piero seconda punta e Trezeguet prima punta? Ognuno starebbe nel ruolo a lui più consono...

ostia72 ha detto...

Io comunque vado con Diego.
Alex e' ora che si defili un pochino,non possiamo aspettare e sperare che lui risolva sempre tutto.
Non mi pare piu' atleticamente in grado di fare 40 partite,se si centellina (come faceva giustamente Capello) in un ruolo alla Altafini puo' essere ancora decisivo per un paio d'anni.

Demax ha detto...

@ju29ro: e tornare al rombo? No, grazie. Non con questi terzini
@Ostia72:esattamente come la penso io. Il Capitano ha dato tantissimo e può continuare a dare ma non può pretendere che sia intoccabile per bontà divina